Cerca
  • Redazione Ekobonus

Bonus edilizi anche per gli immobili «in stato di definizione»

Agenzia delle Entrate, con la risposta 241/2021 all’interpello di un contribuente, allargano le maglie : originariamente iscritto alla categoria D2. Il contribuente lo aveva acquistato (con la sospensiva dovuta al diritto di prelazione dello Stato per via di un vincolo storico-artistico); I lavori di ristrutturazione erano iniziati nel 2019 e termineranno entro il 2021; l’unità immobiliare F/4 sarà successivamente iscritta in A/2. La richiesta riguarda la possibilità che le spese di ristrutturazione sostenute nel 2019 e nel 2020 e per quelle ancora da sostenere si possa beneficiare delle detrazioni del 50% (per manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione). Per l’Agenzia, in analogia con quanto già disposto per la categoria F2, nulla osta: non dovrà risultare, comunque, una «nuova costruzione» perché in questo caso il bonus non spetterebbe.


Risposta_242_13.04.2021
.pdf
Download PDF • 194KB


165 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti